Undicesima edizione della giornata nazionale dello sport paralimpico

   

 

Giovedì 5 ottobre in piazza Maggiore a Bologna, dalle 9 alle 13, si è tenuta l’undicesima edizione della giornata nazionale dello sport paralimpico, la manifestazione organizzata dal C.i.p. (Comitato italiano paralimpico) per diffondere la pratica sportiva tra le persone con disabilità. L'evento era rivolto agli studenti degli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado dell’Emilia-Romagna ed ha coinvolto circa 20.000 studenti in varie piazze italiane di cui 3.000 in quella bolognese.

L’I.T.C. Rosa Luxemburg era presente con un gruppo di studenti disabili che hanno partecipato alla kermesse nella ferma convinzione che lo sport sia, come affermato nella Carta internazionale per l’educazione fisica e lo sport, un diritto imprescindibile per lo sviluppo della propria personalità e un fondamentale veicolo di integrazione e di inclusione.

“Non mettere un punto dove può esserci la virgola” è lo slogan che ha accompagnato l’edizione di quest’anno ed i nostri ragazzi, affiancati dai relativi docenti di sostegno, ne hanno incarnato appieno lo spirito cimentandosi in varie attività sportive tra cui: canoa, danza in carrozzina, la boccia, sci di fondo.

I ragazzi hanno partecipato con grande entusiasmo, relazionandosi positivamente sia con i coetanei presenti sia con gli istruttori delle varie discipline sportive promosse. È stato per loro possibile anche incontrare alcuni campioni paralimpici come Emanuele Lambertini, Federico Mancarella e Eleonora Sarti

 

 

 

 

 

 

 

Momento di particolare emozione è stata l’interpretazione dell’Inno Nazionale nella Lingua Italiana dei Segni da parte di Vanessa Caboni, Viola Strazzari e Francesca Gironi, campionessa di basket e di volley per sordi.

La partecipazione a questo evento ha costituito per i nostri ragazzi un importante momento di riflessione, crescita e inclusione confermando la validità e la funzionalità del progetto di integrazione intrapreso dal gruppo di sostegno della nostra scuola.